Domanda:
Il mancato utilizzo di una maschera per l'ossigeno durante la perdita di pressione in cabina potrebbe provocare la morte?
Jeff B
2014-03-04 11:46:32 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo cercando di spiegare a qualcuno perché la cabina è pressurizzata (nessuno vuole l'ipossia) e questo ha portato alla discussione sulle maschere di ossigeno di emergenza disponibili sugli aerei di linea.

Se una persona non si è messa la loro maschera di ossigeno, sarebbero in grado di sopravvivere alla mancanza di ossigeno durante una discesa di emergenza a un'altitudine sicura? Subirebbero gravi lesioni cerebrali?

Una discussione molto dettagliata può essere trovata in [Linda D. Pendleton, ** When Humans Fly High: What Pilots Should Know About High-Altitude Physiology, Hypoxia, and Rapid Decompression **] (http://www.avweb.com/ news / aeromed / 181893-1.html) (per gentile concessione di [xkcd] (http://what-if.xkcd.com/64/)).
Mi chiedo se ci sia il rischio di malattia da decompressione a causa della perdita di pressione in cabina.
@AdamDavis, l'articolo collegato da Jan entra in questo.
Il punto più interessante di quell'articolo è una cosa che mi sono sempre chiesto: se riesco a trattenere il respiro per 30 secondi, perché devo mettere quelle maschere così di fretta? La risposta: poiché non sarai in grado di trattenere il respiro, la pressione dell'aria è così diff. che non puoi non espellere la tua aria.
[Questa] (https://biology.stackexchange.com/questions/42436/what-is-the-mamost-altitude-where-humans-can-survive) La risposta SE è utile.
Quattro risposte:
#1
+58
Steve V.
2014-03-04 14:02:38 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ho fatto un allenamento in alta quota circa tre mesi fa, fino a 30.000 piedi di altitudine simulata. Ecco la sequenza temporale:

  • Entro 30 secondi (ossimetro 100-95): ho notato l'inizio dei sintomi fisici. Potevo dire che qualcosa non andava, ma mi sentivo funzionale.

  • Entro 60 secondi (ossimetro ~ 90): lieve mal di testa. Ancora in grado di scrivere il mio nome. Non mi sento bene, ma accettabile.

  • Entro 3 minuti (ossimetro ~ 80): in grado di svolgere compiti semplici quando specificatamente indicato (infilare un dado su un bullone), ma completamente incapace di svolgere più compiti anche nelle cose più semplici (ho provato a posare la penna ... non ho notato che mi mancava la scrivania - è caduta sul pavimento.)

  • Entro ?? minuti (ossimetro ~ 70): non sono più in grado di percepire il passare del tempo. Non è più in grado di prendere appunti significativi. La mia firma è ancora leggibile - la memoria muscolare istintiva apparentemente non si degrada altrettanto velocemente.

  • Entro 6 minuti (ossimetro sconosciuto): ho preso un'altra penna dalla tasca e sto giocando il gioco del coltello di "Alien" con essa. Questo è molto più interessante che prestare attenzione alle indicazioni degli istruttori. Non noto nulla di strano nel mio comportamento.

  • Subito dopo: un istruttore mi dà un comando diretto per indossare la maschera. Rispondo.

Tempo totale in camera: 7 minuti. Tempo di coscienza utile nella camera: circa 2 minuti


Quindi, per rispondere alla tua domanda: Dipende . Posso tranquillamente affermare che sette minuti a 30.000 piedi di ambiente non garantiranno la morte (perché sono sopravvissuto) e non garantiranno gravi lesioni cerebrali (essi lasciami continuare a volare) ma d'altra parte sono giovane e mi alleno. La migliore risposta che posso dare è la stessa che si applica a scud running:

Solo perché il ragazzo prima di te era in grado di farlo, non significa che sarai in grado di farlo.

Molto divertente ed educativo (un po 'pesante con il testo in grassetto, però): D ... ci sono tecniche di respirazione consigliate che prolungheranno il processo?
30.000 piedi non sono molto alti rispetto ai tipici giorni di altitudine di crociera di un aereo di linea.
Aneddotico, ci sono persone che scalano il Monte. Everest senza ossigeno (29,0029 piedi o giù di lì), che sarebbe da qualche parte nelle ore di coscienza. Detto questo, di solito parlano di sentirsi su di giri per tutto il tempo e, francamente, la maggior parte degli alpinisti pensa che quelle persone siano pazze, quindi ... Prendilo come vuoi.
@JayCarr stanno anche scalando il Monte. Everest - possiamo presumere (a) che siano in condizioni fisiche *** superlative *** - anche se sarei d'accordo con gli altri alpinisti su uno stato mentale discutibile, e (b) ci stanno mettendo un po 'di tempo per fare il risalita, consentendo ai loro corpi di adattarsi al cambiamento di pressione. Le transizioni relativamente veloci in una camera ad alta quota (o la transizione quasi istantanea in una decompressione esplosiva) non offrono la stessa opportunità per il tuo corpo di adattarsi.
@yankeekilo - Non avrei dovuto usare così tanto grassetto se StackExchange non avesse disabilitato il tag "".
@SteveV. questa spiegazione mi fa piacere che tu sia stato "costretto" a usare il grassetto :) Sono d'accordo però - bella recensione!
@voretaq7 - Ottimi punti, entrambi. Avrebbe senso che una decompressione rapida scioccerebbe il tuo corpo un po 'più che costruirsi gradualmente.
BTW hai disegnato il tuo gravatar durante la fase finale di quel test?
@yankeekilo - Non essere ridicolo. La storia di come ho scarabocchiato quel gravatar inizia * "Eccomi, capovolto sull'ILS, capo pilota sul sedile del salto, facendo il volo in formazione con lo space shuttle ..." *
Quando ho fatto l'addestramento in camera di altitudine, abbiamo simulato una decompressione rapida sedendoci nel vestibolo, decomprimendo la camera principale e aprendo la porta per portare il vestibolo a quella che penso fosse un'altitudine della cabina di 25.000 piedi. Anche se c'è qualche shock, non è abbastanza per renderti incapace, ed è certamente ovvio quello che è appena successo: l'intera area si è appannata rapidamente. Le maschere ad indosso rapido rendono abbastanza facile tornare sull'ossigeno.
@JayCarr è totalmente grazie al loro intenso programma di acclimatazione che sono in grado di sopravvivere in quota. Consiglio di leggere Into Thin Air di Jon Krakauer, che dettaglia di più sull'arrampicata sul Monte Everest con tutto che alla fine è andato a male.
Molto interessante. Amo il termine "Coscienza Utile" ... Oggi sono stato al telefono con alcune persone che non si qualificherebbero.
#2
+14
egid
2014-03-04 13:57:52 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Risposta breve? È del tutto possibile che non indossare una maschera possa provocare la morte.

Risposta lunga:

Il classico esempio di ipossia è il Payne Stewart Incidente di Learjet avvenuto nel 1999; l'aereo ha perso pressione in cabina (e l'equipaggio ha perso conoscenza) a volte nei 6 minuti tra 23.000 piedi e 36.500 piedi. Tutti e 6 a bordo morirono nell'incidente.

Dal rapporto NTSB, citato dall'articolo di Wikipedia:

La ricerca ha dimostrato che un periodo di appena 8 secondi senza supplemento l'ossigeno a seguito di una rapida depressurizzazione a circa 30.000 piedi (9.100 m) può causare un calo della saturazione di ossigeno che può compromettere in modo significativo il funzionamento cognitivo e aumentare la quantità di tempo necessaria per completare attività complesse.

Ci sono tabelle disponibili che mostrano il tempo di consapevolezza utile. Al di sopra di FL300 (30.000 piedi, o circa 9.150 m), un essere umano sano avrà meno di 3 minuti di coscienza utile. L'ipossia prolungata, a qualsiasi altitudine, può avere gravi ripercussioni. Il National Institute of Health afferma che "[alcune] cellule cerebrali iniziano a morire meno di 5 minuti dopo la scomparsa del loro apporto di ossigeno. Di conseguenza, l'ipossia cerebrale può causare rapidamente gravi danni cerebrali o morte" ( fonte) .

Voterei per [Helios 522] (http://en.wikipedia.org/wiki/Helios_Airways_Flight_522) come "il classico", con molto ossigeno supplementare e un carico di persone, eppure erano tutti incapaci e nessuno ne è uscito vivo. Tuttavia è successo un paio d'anni dopo.
I piloti non sapevano che la pressione era troppo bassa e sono svenuti su Helios 522. Sebbene l'ipossia non sia la causa della morte, sbattere contro il fianco di una collina lo è. L'ipossia a quell'altitudine di solito provoca un coma irreversibile.
@ptgflyer Quindi, se quelle persone su Helios 522 fossero in qualche modo magicamente salvate, sarebbero verdure?
Certo, le verdure.
#3
+10
Terry
2014-03-04 12:13:45 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Ciò dipenderebbe almeno da quanto segue:

  1. quanto è salita la cabina durante il processo

  2. quanto tempo è rimasto alto

  3. la condizione fisica del passeggero

  4. forse in una certa misura la quantità di ossigeno che usciva dalle maschere di passeggeri adiacenti

Ho seguito il programma della camera di altitudine della NASA al Johnson Spaceflight Center all'inizio degli anni '80. Non prenderebbero la camera più alta di 25.000 per i civili. Allora ero in ottima forma (difficile da credere ora) e sono rimasta in funzione il più a lungo, ma quando alla fine mi hanno detto di rimettermi la maschera, mi hanno detto che me l'ero presa solo a metà faccia. Un istruttore è dovuto venire ad assistermi.

Ho subito danni cerebrali? Qualcuno potrebbe sostenere che l'ho fatto.

Seriamente, ho cercato su Google "la sopravvivenza ad alta quota" e ho visto molte informazioni.

#4
+9
casey
2014-03-05 00:59:55 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Le altre risposte si concentrano sulla fisiologia dell'impossibilità di indossare una maschera, ma ho intenzione di offrire un altro approccio a questo.

Se muori per non aver indossato una maschera dipende da una cosa: I piloti hanno indossato le loro maschere prima che la coscienza utile si esaurisse? Se lo hanno fatto, vivi. Se non lo hanno fatto, muori. È così semplice. Nel caso in cui i piloti indossino le loro maschere e nessun altro lo fa, inizieranno una discesa di emergenza. Questa discesa viene in genere avviata da elementi di memoria e non da un elenco di controllo, quindi può essere avviata rapidamente. L'obiettivo della discesa di emergenza è di essere a 10.000 piedi iASAP (per noi l'obiettivo era inferiore a 4 minuti) e molti aerei a reazione possono arrivarci più velocemente. L'unico regolamento di cui sono a conoscenza per quanto riguarda la discesa è che devi essere sotto i 25.000 piedi in meno di 2 minuti (25.841; supponendo la completa perdita della cabina).

Se la discesa di emergenza è iniziata e con ogni probabilità non importa se indossi o meno la maschera, ti sveglierai durante la discesa e saranno passati solo pochi minuti. È sempre meglio indossare la maschera, ma non sarà il fattore decisivo, lo saranno le maschere dei piloti.

Sottolineo anche che le maschere O2 che hanno i piloti sono molto diverse da quelle del i passeggeri ottengono. Pax ottiene generatori di O2 chimico che durano circa 15 minuti una volta attivati ​​(tirando il tubo verso il basso) e si attaccano con un fragile elastico. I piloti ottengono maschere ad indosso rapido alimentate da una bombola di O2. Per indossare le maschere è sufficiente afferrarlo, la pressione dell'O2 gonfia la fettuccia attorno alla maschera. Quindi te lo metti in testa, lo lasci andare e la maschera si comprime intorno al tuo viso. Ruota il regolatore della maschera su Emergenza e avrai un flusso forzato di O2 a pressione positiva per la discesa.

§25.841 Cabine pressurizzate. (a) Le cabine pressurizzate e i compartimenti da occupare devono essere attrezzati per fornire un'altitudine di pressione della cabina non superiore a 8.000 piedi all'altitudine operativa massima del velivolo in condizioni operative normali.

(2) Il velivolo deve essere progettato in modo tale che gli occupanti non siano esposti a un'altitudine di pressione della cabina che supera la seguente dopo la decompressione da qualsiasi condizione di guasto che non si sia dimostrata estremamente improbabile:

(i) Venticinquemila (25.000) piedi per più di 2 minuti; o

(ii) Quarantamila (40.000) piedi per qualsiasi durata.

Quale regolamento richiede che tu sia sotto i 25.000 piedi in due minuti? Stavo per scrivere una risposta simile a questa, che è più la vera risposta alla domanda posta, ma non sono riuscito a trovare la regola della discesa di emergenza. Pensavo che dovessi raggiungere 10.000 piedi in quattro minuti o meno, ma a quanto pare mi sbagliavo ...
@Lnafziger ho aggiunto un riferimento per i 2 minuti a FL250. Mi è stato anche insegnato il valore da 4 minuti a 10k e questo è quello che abbiamo usato nella mia portatrice 121, ma non riesco a trovare un riferimento per questo. 121.333 ha un riferimento a 4 minuti ma riguarda i requisiti di O2 per i voli a determinate altitudini e la capacità di scendere in quel lasso di tempo. Ancora in cerca!
@Lnafziger e dovrei aggiungere che la mia interpretazione della cifra di 2 minuti è un po 'forzata, poiché il decompattamento rapido completo è probabilmente "estremamente improbabile" e il registro citato esclude quei casi.
@Lnafziger come meglio posso dire, la regola dei 4 minuti può derivare dall'evitare la necessità di trasportare qualcosa di più sostanziale dei generatori di O2 chimico di breve durata per la pax per i voli ad alta quota.
Suppongo che [FAR 135.89] (http://flightsimaviation.com/data/FARS/part_135-89.html) che impone che almeno un pilota sia in ossigeno sopra FL120 non si applica agli aerei di linea? Lo trovo super sorprendente ...
@JeffBridgman Non ho il reg a portata di mano, ma dovevamo essere su O2 solo se l'altro membro dell'equipaggio non era nella cabina di pilotaggio (due operazioni di pilotaggio). Inoltre, nella parte 121 troverai i registri relativi agli aerei di linea.
Un punto qui: ci sono punti nel mondo in cui il limite di tempo di 10k non può essere rispettato. Gli aerei normali restano fuori da tali luoghi, ma alcuni voli speciali ci vanno e hanno sistemi di ossigeno molto più robusti per compensare il fatto che la discesa in caso di depressurizzazione non è un'opzione.
@LorenPechtel Sembra interessante. Presumo principalmente a causa delle montagne. Riferimenti? Forse questo è degno di un'altra domanda?
@bitchaser Alcune aree dell'Himalaya - a volte 10k sono molto lontani. Se vuoi fare qualcosa come uno di quei voli turistici che fanno il giro dell'Everest, hai bisogno dei potenti sistemi di ossigeno.
@Loren Pechtel Basta prendere una linea di linea per Leh. Non quel piccolo aeroporto (diversi programmati al giorno + militare) e sei sopra i 10k a terra. Nessun aereo speciale, solo diverse compagnie aeree. Il volo probabilmente non ti ucciderà, ma potrebbe uccidere alcune persone sensibili.
25000 piedi: la maggior parte delle persone ansimerà ma probabilmente sarà cosciente. Edema polmonare un rischio. 10.000 piedi - O2 è> 50% del livello del mare (50% è ~ = 14.000 piedi) -> La maggior parte delle persone sedute sarà completamente felice. Alcuni potrebbero morire :-(. Avevo un amico che si è messo nei guai sul Kilimangiaro a circa 10.000-12.000 piedi, ben al di sotto della vetta di 19.000 piedi. È stato ammalato ed è morto il giorno dopo in ospedale :-(. Lui e noi pensavamo che fosse una persona in forma e ben 50 anni. Apparentemente no.


Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...