Domanda:
In caso di emergenza, è possibile (fattibile) far atterrare un piccolo aereo a elica su una portaerei?
Gabriel Brito
2014-03-22 20:43:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Stavo guardando il film Disney Planes con mio fratello minore e uno dei personaggi / aerei esegue un atterraggio di emergenza su una portaerei.

E questo mi ha fatto pensare ...

In caso di emergenza , è possibile ( fattibile ) far atterrare una piccola elica a guida aerea , come un Cessna 350 Corvalis su una portaerei militare?

La portaerei può installare una rete di cattura quando l'aereo non può utilizzare i cavi
Spero che il corriere sappia che stai arrivando. Dopo il 911, sono davvero nervosi.
Qualche informazione sulla turbolenza dietro la portaerei? Essendo un pilota Cub, sarei limitato più da questo che dalla distanza di atterraggio.
Correlati: http://aviation.stackexchange.com/questions/3888/can-a-small-plane-be-floated-off-of-an-aircraft-carrier
Esistono portaerei civili?
@RonJohn - non apposta - anche se se fossi stato su un piccolo aereo, sull'acqua, e non pensassi di poter tornare a terra, starei cercando di trovarmi una nave portacontainer. Piegare l'aereo per farlo atterrare su qualcosa di solido suona molto meglio che lasciarsi cadere nella bevanda.
Nove risposte:
#1
+29
Matt Nordhoff
2014-03-23 14:33:00 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un Cessna O-1 dell'aeronautica militare del Vietnam del Sud atterrò sulla USS Midway alla fine della guerra del Vietnam. Gli aeromobili VNAF ad ala fissa di solito volavano in Thailandia e l'evacuazione navale veniva effettuata in elicottero (con gli equipaggi a volte affossati in acqua dopo che i ponti di volo avevano esaurito la stanza), ma questo pilota O-1 finì per fare il suo primo atterraggio di portaerei , con la sua famiglia a bordo e un'ora di carburante rimasta.

Wikipedia ha scritto un paragrafo a riguardo e ha un altro paio di foto.

Major Buang lands his Cessna O-1 on USS Midway

Per essere onesti, O-1 era tecnicamente un velivolo STOL utilizzato per l'osservazione militare. Potrebbe atterrare in un parcheggio.
@TechZen vero, ma era un piccolo velivolo a elica :) Se la portaerei sta andando alla sua velocità normale per le operazioni di atterraggio, qualcosa come un C.172 se rallentasse per stallo andrebbe solo qualcosa come 10 nodi più veloce della velocità di la nave. Non ci vuole molto per fermarsi quindi :)
Sì, questo è il fattore importante: un C172 o simile si ferma a circa 47 nodi. Una portaerei può viaggiare a più di 30 nodi, quindi anche supponendo che non ci sia vento (che sarebbe un vento contrario supponendo che la portaerei si trasformasse in esso normalmente) l'aereo viaggia solo a una relativa 17 nodi. Fermarsi da 17 nodi a 300 piedi non è oltraggioso. Un pilota esperto potrebbe persino salire da un po 'sotto il livello del ponte e fermarsi sul ponte, viaggiando ancora più lentamente. Anche con un vento contrario moderato di 30 kt, potresti effettivamente consentire al vettore di sorpassarti e atterrare all'indietro ...
@JonStory: Ottimo, ora devo togliermi * quella * particolare immagine dalla mente. "Ehi portatore, ti dispiacerebbe recuperare un po '?"
Devo essere onesto, sono incredibilmente tentato di rubare un C172 e un Nimitz Class Carrier e provarlo ora ... chi è pronto per una gita di un giorno?
Questa dovrebbe essere una risposta accettata. La domanda era "è possibile" e la risposta contiene prove.
@TechZen - beh, *** tecnicamente *** una pista è solo un tipo speciale di parcheggio. :-)
#2
+21
Thunderstrike
2014-03-22 23:51:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Come dice Lnafziger, un atterraggio convenzionale è impossibile per qualcosa di più che un piccolo aereo STOL (lunghezza della 'pista' della portaerei: 200 m). Come dichiari, tuttavia, se fosse un'emergenza, la portaerei ha una rete speciale che può piegare per fermare gli aerei e, poiché può fermare un F18 Hornet, potrebbe probabilmente prendere il tuo Cessna come bene :)

net

Il trucco sarebbe comunque raggiungere quella rete relativamente bassa senza essere troppo alto. Se dovessi catturare solo il tuo carrello di atterraggio nella rete, probabilmente ti fermeresti comunque, ma i risultati non sarebbero belli.
Consideri un [C-130 Hercules] (http://youtu.be/ar-poc38C84) "un piccolo aereo"?
@GregHewgill: Il trucco è colpire la rete con le ruote saldamente sul ponte. Notare lo sbuffo di fumo sul secondo fotogramma dell'animazione inclusa che indica che l'aereo è effettivamente atterrato molto prima della rete.
Chissà cosa farebbe l'elica a quella rete ?? :-)
Ho appena notato che l'atterraggio dell'F18 sopra utilizzava anche il gancio di coda.
@GregHewgill penso che il problema qui fosse che la marcia non era bloccata, nessun problema con il gancio di coda
@GregHewgill Non è un F-18, è un A-6.
@Livius: Scusa, stavo solo seguendo quello che ha detto l'OP.
@Manfred: Quello che volevo dire era che la rete non era l'unica cosa che fermava l'aereo, dal momento che veniva usato anche il gancio di coda.
Ehm, ragazzi, non è un [S-3 Viking] (http://en.wikipedia.org/wiki/S-3_viking)?
@FredLarson - sì, hai ragione. Ma almeno un A-6 sembra vagamente simile a un S-3 (non come un F-18!). :-)
@Livius: Sì, scambiarlo per un F-18 mi fa davvero impazzire.
Mi rendo conto che la domanda è se possiamo far atterrare l'aereo, non se possiamo andarcene, ma per interesse: la roba che ci lega ai nostri posti nel nostro "piccolo aereo a elica" classificata per i G che tireremo quando abbiamo colpito quella rete? Immagino che dipenda molto dalla nostra velocità di stallo? Sarebbe un peccato atterrare bene, ma è necessario raschiare l'interno del parabrezza.
@SteveJessop: Le cinture dovrebbero essere classificate abbastanza per impedirti di colpire cose in qualsiasi incidente sopravvissuto. Anche le cinture dei passeggeri a due punti negli aerei di linea dovrebbero gestire almeno 9G, quindi le cinture a 3 o 5 punti dovrebbero gestire di più. La rete genera molto meno.
@Lnafziger niente ... La rete è fatta di roba più robusta. L'elica si sarebbe aggrovigliata, forse strappata o seriamente danneggiata.
@MikeFoxtrot Faresti a pezzi il tuo aereo e probabilmente uccideresti gli occupanti se provassi ad arrestare la barricata su un piccolo aereo. La barricata è classificata per fermare aerei molto più pesanti e veloci con fusoliere molto più robuste. La rete probabilmente non pagherebbe molto e l'aereo si fermerebbe come se colpisse un muro.
@GregHewgill piuttosto chiedere cosa farebbe la rete all'elica. Non è corda di canapa, sono cavi d'acciaio. Un puntello di legno o fibra di vetro verrebbe semplicemente fatto a pezzi, un puntello di metallo gravemente danneggiato. Mettiamola così: se sei intrappolato in quella rete non volerai via da quel ponte.
Questa risposta non tiene conto della velocità del vento o della velocità della portaerei, entrambe molto importanti per tutti gli aeromobili, e consente di far atterrare un aereo senza gancio, la cui normale distanza di atterraggio è maggiore della lunghezza del vettore.
#3
+13
Philip Johnson
2015-12-16 17:41:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un aereo leggero (ad esempio C172) ha un rollio di atterraggio di circa 500 piedi. Non ci sono ostacoli da 50 piedi da considerare, quindi non è necessario un ostacolo da 1500 piedi a 50 piedi. Quello è da 60 nodi a un punto fermo. Passare da 60 nodi a 30 nodi (30 nodi è il vento sul ponte) significa che sarà meno della metà.

Quindi il problema non è uno degli aerei, la maggior parte degli aerei leggeri con prestazioni simili sono perfettamente in grado di farlo senza un gancio di atterraggio o qualcosa del genere. Il problema è il pilota, senza addestramento o pratica questo sarà molto difficile da fare perché il ponte si muove nel moto ondoso, e si muove anche lateralmente a causa del ponte angolato. Un brutto incidente è il risultato più probabile.

Un ex pilota di marina con esperienza recente. Ora questa è una storia diversa, anche senza il gancio del paraurti, ecc., Lo troverebbero facile rispetto all'atterraggio del loro grosso jet pesante sul ponte.

Il Corvalis è una nave calda in termini di velivoli leggeri con un terreno molto più lungo roll, quindi questo sarebbe stretto. Anche in questo caso con abilità (ex pilota di marina ecc. Ecc.) E vento sopra il ponte (puoi andare a 30 nodi dalla nave anche se il vento è calmo) penso che si possa ancora fare.

Proprio come aggiungere, con la portaerei che fa 30 nodi in un vento contrario di 20 nodi, che sarebbero 50 nodi sopra il ponte, rendendo un atterraggio di 172 molto facile solo dovendo perdere 10 nodi di velocità ... per un pilota esperto. Non sono addestrato in marina e non mi piacerebbe provarlo, non importa quanti soldi mi hai pagato. Abbandonerei piuttosto che atterrare su un vettore? Non lo so. Non sono in quella situazione in questo momento, quindi è davvero difficile da dire. Anche in quella situazione il 172 potrebbe non voler rimanere in coperta poiché la velocità di stallo sarebbe inferiore ai 50 nodi di vento in coperta.
Anche se l'esperienza aiuta, ho alcune riserve sul fatto che un pilota di marina esperto troverà facile far atterrare un Cessna sul ponte. L'atterraggio della portaerei viene eseguito senza flare: mirano solo a un punto e frantumano l'aereo lì (con l'aereo della marina con carrello di atterraggio rinforzato). Un Cessna, nonostante una velocità di avvicinamento molto inferiore, potrebbe non reggere l'impatto se atterrato in questo modo. Anche fare un flare non è facile a causa del movimento del ponte (tranne in un mare calmo), anche se la distanza lo consente. Un altro fattore è la turbolenza da risveglio, a cui un aereo leggero sarà più sensibile ed esposto per un tempo più lungo.
"Andare da 60 a 30 nodi (30 nodi è il vento sul ponte) significa che sarà meno della metà." - da 60 a 30 è ¾ di distanza da 60 a 0. Fortunatamente nel sistema di riferimento del mazzo è da 30 a 0 e cioè solo ¼ di distanza.
Vorrei solo aggiungere, nei primi anni '40, molti aerei ad elica decollarono e atterrarono da portaerei ... perché ... i jet non erano operativi fino alla fine di quel decennio. In alcuni casi senza ganci. Inoltre è sicuramente di grande aiuto per qualsiasi velivolo con la portaerei che naviga a 30 nodi di vento, per oltre 30 nodi sul ponte. Se il vento fosse zero e la portaerei in porto, sarebbe molto più difficile, al punto che qualsiasi aereo a parte forse un ultraleggero sarebbe in grado di decollare o atterrare del tutto.
@Zeus: Se pensi che il carrello di atterraggio di un 172 sia debole, potresti voler guardare questo video: https://youtu.be/Kx5YeqTBcDI
#4
+7
paul
2014-03-23 12:19:19 UTC
view on stackexchange narkive permalink

La distanza di atterraggio pubblicata per il Cessna è la distanza certificata: è ciò di cui ha bisogno in un atterraggio nel peggiore dei casi, senza flap, alto, caldo, con vento zero. Qualsiasi pilota ti dirà che raramente ha bisogno dell'intera pista.

Considera il quadro generale della portaerei. L'oceano è ENORME (chiedete alle persone che cercano Malaysia 370) e piuttosto anonimo. Gli aerei privati ​​raramente attraversano grandi percorsi in mare aperto poiché spesso è il percorso più lungo verso cui stanno andando piuttosto che il più breve. Quindi le possibilità che un gruppo di portaerei sia vicino a te sono estremamente ridotte. Se il tuo aereo sta volando abbastanza bene da trovare il CBG, mettiti dietro e mettiti in fila per un atterraggio, probabilmente non ne avrai bisogno in primo luogo.

In teoria, gli aerei leggeri non avrebbero nessun tecnico problemi di atterraggio sul ponte. Molto spazio con un vento contrario di 30-50kt, non c'è bisogno di un gancio di coda o reti in quanto non pesate 30.000 libbre o arrivate a 200kt IAS con il postbruciatore completo. Le possibilità che un pilota non addestrato alla marina colpisca la zona di atterraggio di una pista che si allontana da loro a 30kt e si lancia su e giù per diversi metri sono ridicolmente piccole. O mancheresti e dovresti andare in giro (di nuovo, se puoi farlo, non hai bisogno del corriere in primo luogo) o fare un pasticcio sul fiocco. Anche i piloti della marina lo fanno occasionalmente, ma hanno i seggiolini eiettabili.

Nota all'editore: "postbruciatore completo" è molto più di 200 nodi! ". No, non lo è. piena potenza nel caso in cui manchi il cavo, ma il cavo deve essere più forte per fermare sia l'energia cinetica dell'aereo che la spinta del motore.
È più preciso dire che vanno a piena potenza con i postbruciatori all'incirca nel punto in cui le ruote colpiscono il ponte (in modo da dare ai motori i 4-5 secondi di riavvolgimento se mancano i cavi subito dopo l'atterraggio); per quanto ne so, l'approccio non è fatto a tutto gas.
La domanda era chiara. Questa è una domanda "è fisicamente possibile", non "è probabile".
@NathanTuggy, è più preciso dire che vanno mil (= full dry), ** senza ** postbruciatori, all'incirca nel punto in cui le ruote colpiscono il ponte.
#5
+4
Seaplanepilot
2016-11-25 11:01:14 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Con un vento contrario di 20 nodi e con la nave che fa 30 nodi, un Cessna 172 potrebbe librarsi sul ponte di una portaerei, scegliendo un punto "comodo" per cercare di appoggiarla. Ricorda che una nave si muove su e giù, girando da un lato all'altro, imbardando, beccheggiando e altro ancora. Più i mari sono pesanti, più movimento hai. Con un leggero vento contrario un pilota poteva far atterrare un 172 su un ponte portaerei che era ancora in porto. Il C130 aveva bisogno solo di 270 piedi mentre la nave era in navigazione, quindi un C172 non ne avrebbe avuto bisogno di più.

L'aereo STOL poteva volare all'indietro da prua a poppa. Avendo volato con venti a 45 nodi a velocità molto basse, alle persone a terra sembrava che stavo facendo volare il mio aereo all'indietro mentre la mia velocità al suolo raggiungeva numeri negativi. Gli aerei STOL atterrano a distanze molto brevi, alcuni fino a 27 piedi.

#6
+3
Carlo
2016-05-08 18:56:23 UTC
view on stackexchange narkive permalink

In teoria, sì, è possibile farlo. Tutto dipende dal tipo di aeromobile, dalla velocità di avvicinamento, dalle condizioni meteorologiche e del mare, ecc.

Durante la fine della guerra del Vietnam, un rifugiato del Vietnam del Sud fece atterrare un Bird Dog OV-1 sul ponte della USS A metà strada (CV-41). Quindi, sì, in passato gli aeroplani leggeri hanno effettuato atterraggi non arrestati sui vettori. Se sei su un aereo leggero con una velocità di stallo di circa 30 nodi e sei molto abile negli atterraggi sul campo corto, non dovresti sudare, a condizione che la nave possa navigare a, o nel vento prevalente a 30 nodi o giù di lì. Se stai volando su un aeroplano dedicato, ad esempio un Aviat Husky, Carbon Cub, ecc. Progettato per operazioni STOL, potrebbe anche essere possibile attaccare un 3 fili (tocca e tieni le ruote principali nel terzo punto ) in queste condizioni.

Gli aerei più grandi e più pesanti hanno velocità di avvicinamento più elevate e necessitano di molte più piste per fermarsi. Il CE-350 Corvalis sopra menzionato richiederà circa 1500-2000 piedi per atterrare a seconda delle condizioni atmosferiche ambientali a livello del mare e dei venti calmi, a condizione che tu possa volare un breve campo proprio come da manuale. Anche con un vento contrario di 30 kt, stai osservando un rollio al suolo di 1100 piedi circa, rendendo impraticabile un atterraggio senza arresto su una portaerei.

Se non ci fossero altre opzioni disponibili, le mani sul ponte potrebbero farlo truccare la barricata - un dispositivo che assomiglia a una rete da campo da tennis con steroidi. Certo, questo dispositivo è stato progettato per fermare un aereo 10-20 volte il peso di un Corvalis a quasi il doppio della velocità di avvicinamento e non so se l'attrezzatura di arresto ad esso collegata abbia impostazioni disponibili per velivoli più piccoli e leggeri. In caso contrario, potrebbe causare seri danni strutturali al tuo aereo, peggiorando le cose. Forse è meglio che ammarare accanto alla nave, forse no.

Un altro fattore sarebbe il mare stesso. Le portaerei non sono aeroporti fissi e in mari agitati, le liste dei ponti, le piazzole e le rotolamenti considerevolmente - si pensi a un tappo di 100.000 tonnellate che galleggia nell'oceano - rendendo gli approcci piuttosto pericolosi per i piloti neofiti. I rigonfiamenti violenti potrebbero rompere l'attrezzatura o causare altri danni strutturali durante un round out, o far sì che il pilota colpisca il round, ecc. Ma se non ci fossero altre alternative, è un rischio che dovresti correre.

Hmm, sembra che tutto ciò che dici sia già affrontato dalle altre risposte.
#7
+2
Lnafziger
2014-03-22 22:49:36 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Secondo questa pagina, la distanza di atterraggio del Cessna 350 è di 2.350 piedi.

Un ponte della portaerei di classe Nimitz è lungo quasi 300 metri e può viaggiare a circa 30 nodi. Se stessero andando a tutta velocità con vento contrario, potrebbe essere possibile per loro fermarsi in tempo, ma sarebbe piuttosto spaventoso e se scappassero alla fine sarebbero investiti dalla portaerei !

Nota, tuttavia, che l'aereo dovrebbe quasi trovarsi direttamente sopra di esso quando è accaduto, e dubito che i militari vorrebbero che un aereo civile fosse così vicino in primo luogo, quindi è molto improbabile che mai essere anche un'opzione a meno che non sia stata configurata in anticipo.

Un aereo diverso come un Super Cub o come hai indicato un C-130, che può atterrare a circa 300 piedi, potrebbe farlo abbastanza facilmente , anche senza vento, purché non rimangano intrappolati nell'attrezzatura di arresto.

Secondo http://www.pilotfriend.com/aircraft%20performance/columbia/2.htm, il 350 ha una corsa a terra senza vento di 1550 piedi e una velocità di stallo di 57 nodi. Navigare a 30 nodi raddoppia la lunghezza effettiva del vettore, quindi sarebbe del tutto possibile atterrare senza arrestare l'attrezzatura; con il vettore che naviga contro un forte vento contrario, potresti effettivamente volare un atterraggio "verticale".
@lnafziger investito dal vettore è meno probabile a causa del fatto che si atterra sul ponte ad angolo piuttosto che sul ponte dritto. È più probabile che tu cada in mare :)
@Mark: Stai sottovalutando l'effetto. Grossolanamente!
Ok, quindi prendiamo la distanza di 2350 piedi e 74 (1.3 * 57) nodi Vref e senza vento. Il moto della portaerei riduce la velocità a soli 44 nodi e poiché la distanza di atterraggio è proporzionale al _square_ di velocità, questo ci lascia a 831 piedi, ben entro i 1000 disponibili. Ovviamente è ancora piuttosto rischioso poiché non c'è area di superamento della pista (gli aeromobili con dispositivo di arresto in realtà applicano la piena potenza appena prima dell'atterraggio, in modo che possano toccare e andare se perdono l'arresto), ma in caso di emergenza fattibile.
Ci sono molti piccoli aerei a elica con distanze di atterraggio ben al di sotto dei 1000 piedi. Anche quelli non così piccoli, come l'AN-2, possono atterrare a circa 700 piedi.
@vsz Sono d'accordo e ne cito due nella mia risposta, e sicuramente il C-130 rientra nella categoria "non così piccolo". Tuttavia, ha chiesto specificamente di quell'aereo.
@JanHudec Sembra buono, non conoscevo la velocità di avvicinamento quando ho scritto la mia risposta. Tuttavia, non c'è ancora molto spazio per gli errori, e questo presume che il vettore stia effettivamente andando a tutta velocità.
@JanHudec Mi chiedo anche fino a che punto lungo la pista dovresti atterrare per evitare i cavi di arresto ...
@Lnafziger: Non credo che dovresti evitarli. Sono solo circa un pollice sopra la superficie e le ruote li investono appena. In quasi tutti gli atterraggi regolari sul ponte le ruote principali passeranno su uno o due ultimi cavi.
@JanHudec fantastico!
@Lnafziger: Ecco perché gli aerei da trasporto necessitano di ganci per agganciare i cavi.
#8
+1
james
2014-05-26 04:46:33 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Suppongo che se fosse un'emergenza (non come un'antenna radio strappata, più come una perdita di carburante / bassa in mezzo all'oceano) potresti salvarti abbandonando l'aereo, paracadutando sulla portaerei. Saresti arrestato da uomini malvagi armati, ma finché non proverai a reagire, verrai portato ovunque stiano andando nel brigantino - vivo. (E non annegati, abbandonati o mangiati dagli squali) Questo ovviamente sarebbe dopo che hai pregato alla radio di atterrare Se ti dicono di sì, puoi salvare il tuo aereo, magari comprare un po 'del loro carburante e partire per ovunque tu sia andare (o essere arrestato con il tuo aereo, fatti portare ovunque vadano e paga un hangar lì mentre decidi le cose. Non sono sicuro di quale sia il protocollo della marina su questo.

Immagino che la politica sia "scusa, no" a causa di ciò che Paul ha detto nella sua risposta, in particolare la parte sul probabile schianto sul loro vettore.
Qual è il tasso di 100LL su un vettore in questi giorni. È self-service e prendono Amex?
#9
+1
William Nett
2015-01-15 07:51:30 UTC
view on stackexchange narkive permalink

Un aereo con un rampino potrebbe farlo come un Cessna che è in grado di trainare uno striscione. Non sarebbe finita bene, ma poteva sopravvivere di sicuro. Un Cessna 172 ha bisogno di circa 1.500 piedi di pista per l'atterraggio ... a seconda del carico di carburante, ovviamente. La tipica zona di atterraggio del vettore è solo di circa 1.000 piedi. Il rampino usato per caricare uno striscione potrebbe ridurre l'inerzia abbastanza da non far esplodere l'aereo se avesse preso un cavo di atterraggio, ma non lo consiglierei ... strapperebbe l'aereo. Le "trappole" vengono praticate a terra prima che in mare. Sarebbe molto difficile per un Cessna catturare la "polpetta" per un pilota inesperto su un ponte ad angolo. La tua passerella va costantemente alla deriva verso destra.

La V S0 di un Cessna 172 (Down and dirty) è 54Mph, una portaerei può facilmente fare 46Mph se trasformata in vento. Una riduzione di 8Mph entro 1.000 piedi non è impossibile ... quindi sì, è possibile.



Questa domanda e risposta è stata tradotta automaticamente dalla lingua inglese. Il contenuto originale è disponibile su stackexchange, che ringraziamo per la licenza cc by-sa 3.0 con cui è distribuito.
Loading...